È iniziato tutto da un bicchiere di latte...

La storia di Eatens è andata proprio così.

Alle scuole medie ho conosciuto la mia attuale migliore amica, Anna. In quel periodo dormivamo spesso l’una a casa dell’altra e molte volte ci capitava di bere un bicchiere di latte prima di andare a dormire.

In casa mia c’erano sia bicchieri in vetro, sia i classici bicchieroni di plastica.

Una sera in particolare i bicchieri in vetro erano tutti in lavastoviglie, perciò ho servito il latte negli altri. Dopo una pausa di silenzio, ci siamo guardate e lei mi ha chiesto: “È una mia impressione o il latte sembra più buono in vetro piuttosto che nei bicchieri di plastica?

Mi sono illuminata. Stavo pensando la stessa cosa!

La nostra riflessione è finita lì per quel momento, ma negli anni ho sviluppato una particolare attenzione alle mie percezioni rispetto agli elementi che compongono la tavola.

La forma e il materiale dei piatti, il peso e le particolarità delle posate, lo spessore dei bicchieri… Ogni volta che mi sedevo ad un ristorante cominciavo ad esaminare ogni singolo complemento, interrogandomi se esistesse una scienza che spiega questa differenza di percezioni.

Ho deciso quindi di voler approfondire…

Una sera di novembre 2017 ho iniziato a fare ricerche su Google. Non sapendo esattamente cosa cercare, vi lascio immaginare le frasi che posso aver digitato per spiegarmi il più possibile…

Ad un certo punto, cliccato un link, che mi ha portata in un magazine americano, che mi ha indirizzata ad un altro sito, che mi ha convinta a scaricare un PDF…

…eccola! La risposta che cercavo!

In questo PDF erano raccolte svariate pagine di argomenti che nemmeno ricordo, così come non so spiegare perché mi sia spinta così in profondità attraverso quei link e le molteplici pagine. Probabilmente sentivo di essere sulla strada giusta.

Un piccolo paragrafo citava il libro “Gastrophysics – The new Science of Eating” del prof. Charles Spence. Un libro che ho letto d’un fiato, sottolineando e scrivendo appunti e idee in ogni angolo delle pagine.

Ecco perché ho lanciato Eatens

Il nome “Eatens” nasce dall’unione di Eat e Senses, ovvero l’espressione di ciò che significa mangiare o degustare coinvolgendo tutti i nostri 5 sensi.

Eatens racchiude gli studi del prof. Charles Spence, le applicazioni di grandi chef e le mise-en-place da provare.

Eatens vuole condividere e diffondere in Italia i principi di questa nuova disciplina.

Eatens è il frutto della mia passione per il settore Food&Beverage unito al mio lavoro nel marketing e nella comunicazione.

 

D’altronde la Gastrofisica è proprio questo: il marketing, con tutte le sue leggi sulla psicologia delle percezioni, applicato alla tavola.

Tutto ciò grazie ad un semplice bicchiere di latte.

Scopri cos’è la Gastrofisica

Approfondisci il significato di questa nuova disciplina e come può cambiare il tuo modo di mangiare.

I primi articoli del Blog

Chi è il Professor Charles Spence?

Vorrei dedicare il primo articolo del blog per farti conoscere chi è il Professor Charles Spence e parlarti del suo libro sulla Gastrofisica.   Charles Spence, professore presso l’università di Oxford, è uno psicologo sperimentale britannico che ha trascorso gli ultimi vent’anni nello studio delle percezioni multisensoriali che caratterizzano la nostra vita quotidiana e nello…

Che cosa significa esattamente “Percezione Multisensoriale”?

La percezione multisensoriale può essere spiegata con l’esempio della patatina. Prima, però, c’è una cosa importante che devi sapere. I neuroscienziati e la psicologia cognitiva classica hanno sempre studiato i nostri sensi separatamente, pensando che ciò che vediamo sia determinato dalla corteccia visiva, ciò che ascoltiamo dalla corteccia uditiva e così via… Lo psicologo americano…

In che modo la Musica influenza le scelte dei Clienti?

Prima di capire in che modo la musica influenza le scelte dei clienti, devi sapere che la Gastrofisica non si interessa soltanto di ciò che le persone pensano, bensì si concentra maggiormente su ciò che le persone fanno. Immagina di essere in una città straniera mentre passeggi alla ricerca di un posto in cui mangiare:…